Il mare

Turismo all'Argentario

La Marina di Argentario Approdi e Servizi S.p.A. rappresenta il punto ideale per poter vivere le meraviglie naturalistiche del promontorio di Monte Argentario, dell’Arcipelago Toscano e della Maremma.
Soggiornare nella ns. Marina significa poter godere di uno dei Comuni dotato della Toscana con una costa tra le più suggestive d’Italia.
L’Argentario non è solo mare. Infatti a pochi chilometri potrete trovare numerose aree naturalistiche protette che permettono di conoscere le realtà e le varietà faunistiche e botaniche di questa terra.
Inoltre grazie alla cultura e alle conoscenze delle popolazioni e delle grandi civiltà che l'hanno abitata, la Maremma presenta numerose località di interesse archeologico, monumentale ed artistico che rendono il patrimonio culturale della Toscana fra i più importanti del territorio nazionale.


Il Mare dell’Argentario

Cala GrandeLa Maremma è terra bagnata da un mare limpido che lambisce la sua lunghissima costa variegata, fatta di soleggiate distese, di spiagge e di anfratti rocciosi che salgono alti a fronteggiare il Tirreno.
Le acque trasparenti del litorale maremmano sono al primo posto fra i mari più puliti d'Italia e i 160 km di affascinante costa esprimono una grande varietà di possibilità di godimento del mare. E' un continuo alternarsi di costa alta che qui e là si apre in piccole insenature isolate o in lunghissimi tratti di costa sabbiosa diventati spiagge attrezzate, protette da rigogliose pinete o da zone incontaminate.
Un ambiente adatto a chi ama il contatto con la natura e il mare, senza rinunciare alle comodità come bar, ristoranti e stabilimenti balneari.
In particolare il promontorio dell’Argentario, paradiso dei diportisti e degli appassionati del mare, offre meraviglie naturalistiche di rara bellezza facilmente raggiungibili con qualsiasi tipo di imbarcazione. Il meraviglioso promontorio del Monte Argentario con le sue calette e baie, alcune raggiungibili solo via mare, è considerato, per gli amanti del mondo subacqueo, una zona fra le più interessanti d'Italia grazie alla pescosità del mare dai fondali ricchi di conchiglie e coralli.
Grazie alla sua particolare conformazione geologica, infatti, il promontorio offre numerose insenature nascoste, spesso accessibili solo in barca, che promettono a chi le visita spettacoli naturali e tramonti di rara bellezza. Una varietà ed una bellezza che lascia senza dubbio nell’imbarazzo della scelta, confermata dalla ormai nota Bandiera Blu che anche questo anno ha l’onore di sventolare sul mare del Promontorio.
Tra i tanti volti della costa della Maremma Toscana c'è anche la mistica atmosfera della Laguna di Orbetello e le sue dorate e ben curate spiagge della Feniglia e della Giannella non lontane dal litorale di Capalbio, dove una sabbia lunare, una duna completamente selvaggia e libera da ogni insediamento, lo rendono un luogo unico.

L’Arcipelago Toscano

Grazie alla peculiare posizione della Marina di argentario approdi & servizi spa Bastano poche miglia per poter assaporare l’ineguagliabile mare delle isole del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, il più grande parco marino d'Europa.
Il parco ricopre una superficie di 56.766 ettari di mare e 17.887 ettari di terra che comprende sette isole principali (Elba, Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Giannutri e Gorgona) ed alcuni isolotti minori: le Formiche della Zanca, l'Ogliera, lo Scoglio della Triglia, l'Isola Corbella, le Isole Gemini, l'Isolotto d'Ortano, l'Isola dei Topi e lo Scoglietto di Portoferraio all'Elba; le Isole della Cappa al Giglio; La Scarpa e La Scola a Pianosa; La Peraiola a Capraia; Lo Scoglio d'Africa a Montecristo e Palmaiola e Cerboli, nel canale di Piombino.
Narra la leggenda che le sette isole principali non sarebbero altro che le sette perle riemerse della collana persa dalla dea Venere nuotando nelle limpide acque del Mar Tirreno.
Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano nasce in realtà nel 1996 per tutelare ambienti naturali fragili e di grande valore culturale e scientifico, ma non si può non credere alla leggenda quando ci si pone davanti ad uno spettacolo unico al mondo, un insieme di biotipi ed ambienti esclusivi dove il colore del mare varia con il suo fondale ricco di fauna.
Nel raggio di pochi chilometri (Circa 80 miglia separano l'isola di Gorgona, la più settentrionale e anche la più piccola, da Giannutri, la più meridionale) è possibile scoprire tutte le isole dell'Arcipelago ognuna unica nel suo genere. E' facile infatti passare dalle piccole spiaggette ai boschi secolari, dai piccoli e tranquilli borghi di pescatori ai porti turistici più animati.
Dove il mare si insinua nella montagna nascono spiagge e cale di incredibile fascino, approdo sicuro per chi ama il mare color dello zaffiro, per i subacquei e per i semplici vacanzieri. Ma le isole dell'Arcipelago sono disseminate di posti speciali tutti da scoprire, magari in sella ad un cavallo o ad una mountain bike. Per chi giunge dal mare, le isole dell'Arcipelago Toscano si offrono alla vista ammantate di un verde che ha pochi eguali nel Mediterraneo. Una volta a terra ci sarà tempo per scoprire l'ombrosa quiete dei boschi che cingono i fianchi del Monte Capanne o il profumo intenso e i colori della macchia mediterranea. Con un pò di attenzione si possono fare incontri straordinari, come l'improvviso frullar d'ali di una pernice o intravedere l'incedere furtivo di una martora.
L'Arcipelago offre veramente una vacanza per tutti, per chi ama lo sport, la gastronomia, il relax, il mare, la cultura. Numerose risorse turistiche per ogni stagione perché nell'arcipelago la vacanza o un semplice weekend hanno un sapore inconfondibile.